[P51]

Gonfio di tensioni,
come nuvola al vento,
morbida condensa,
in cielo aperto
[non allegra neve di dicembre, ma gelo di febbraio]
su mare oscuro, profondo.

Ed abissi.

Ed altre tetre voragini,
che un intenso respiro
non può più riempire.

E caldo asfissiante,
sudore maleodorante,
bestemmie e fatica.

Un nido.
Un ritorno.
Un viaggio in linea retta.
Una meta.

Decollo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in p::nnnn e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a [P51]

  1. sentimental ha detto:

    Dopo tanta “fatica” si torna al sicuro
    Bravo Daniele, i Tuoi versi mi sono piaciuti
    Un caro saluto
    Gina

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...