Cervello maschile e femminile: la cucina

Come già assodato nelle considerazioni sul “primo giorno di neve”, i cervelli maschile e femminile funzionano in modo diverso: il dubbio che siano 2 organi che hanno in comune solo la stessa locazione, la calotta cranica, e grosso modo forma/colore/dimensione ma funzioni in modo totalmente diverso… a me e ad altri colleghi resta… 🙂

Esempio di comportamento femminile per noi maschietti incomprensibile (la fonte è il collega G.G., ovviamente maschio):

Scenario: matrimonio di G.G.: scelta dei mobili per la casa a seguito del matrimonio. Lui si occupa della scelta dei mobili della cucina, comperandoli di una marca di alta qualità. Mobili robusti. Alla signora il colore ed altri dettagli non piacciono.

Per circa 10 anni la signora rinfaccia a G.G. che i mobili sono brutti [o meglio: che non le piacciono, in particolar modo il colore], ma comunque robusti.

Dal decimo anno circa, e qui per noi maschietti la cosa si complica, la signora rinfaccia a G.G. che i mobili sono troppo robusti, che non si rovinano, che per cambiali serve un motivo…

[P.S. che il gentile pubblico femminile non si offenda per queste 4 cazzabubbole… 🙂 che intelligenze diverse si sommino, senza contrasti, in modo positivo e propositivo.]

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in cattiverie, p::nnnn, varie e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Cervello maschile e femminile: la cucina

  1. dv8888 ha detto:

    Una collega mi ha scritto questo:

    “Torniamo dunque a parlare di donne e cervello.
    Qualche giorno fa abbiamo pubblicato un articolo dal titolo: “Il cervello delle donne è più efficiente di quello degli uomini” in cui si spiegava come, nonostante l’organo femminile sia più piccolo di circa l’8% rispetto a quello maschile, sia in grado offrire uguali se non migliori performance, dimostrando di fatto che più grandi dimensioni del cervello non sono indice di maggiore intelligenza. Donne e uomini sono dunque differenti non solo anatomicamente e per il modo di approcciarsi alla vita, ma anche nell’utilizzo di uno dei più importanti organi del corpo: il cervello appunto.
    Ma quali sono le reali differenze tra il cervello maschile e femminile, e come si mostrano?
    «A parità di quoziente intellettivo, gli uomini hanno sei volte e mezzo la materia grigia delle donne, che è collegata all’intelligenza generale – fa notare il prof. Federico – mentre le donne hanno dieci volte la materia bianca dell’uomo, che ha la funzione di relazionare le aree cerebrali tra loro».
    Forse, alla fine, nessuno dei due tuttavia, «il cervello femminile – conclude il prof. Federico – essendo più dinamico dal punto di vista metabolico ed abituato a situazioni legate a variazioni ormonali, è caratterizzato da una maggiore elasticità. In situazioni complesse è dunque avvantaggiata la donna, perché il cervello femminile è meno “rigido” e portato, quindi, ad analizzare uno spettro più ampio di dati e possibilità; al contrario, il cervello maschile è favorito in situazioni semplici e collaudate».”
    sintesi di una ricerca…………:)

    1 a 1 e palla al centro verso il futuro?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...