GP di Bergamo: unico tracciato medioevale al mondo

19 maggio 1935 –  Bergamo: unica data in cui tale città ospitò i campioni dell’automobilismo di quell’epoca per farli combattere sul circuito ricavato lungo le mura della parte alta della città.

Tale circuito fu definito dal campionissimo Tazio Nuvolari  [16/11/1892 – 11/08/1553 qui ripreso proprio durante tale gara [notare la anteriore sinistra della sua Alfa 3,2 litri…]] il “circuito sublime“.

La fase esatta, completa, va così contestualizzata: “stravincendo tale gara con l’Alfa Romeo P3, con la enorme Coppa Città di Bergamo in mano Nuvolari disse : “Avete un circuito stradale sublime, superiore a quello tanto rinomato e blasonato di MonteCarlo“.”

Ecco il Nivola in azione tra le Mura Venete, subito dopo la strettoia della “Porta del Pantano”, un punto con pendenza stimata -12%

Tazio Nuvolari Alfa B P3 a Bergamo 1 assoluto  1935

Tazio Nuvolari Alfa B P3 a Bergamo 1 assoluto 1935

70 giri: 204,4 km [un ferragosto, a traffico zero me lo devo provare] il Mantovano Volante impiegò: 2h 23m 28.2s [alle media di oltre 85 km/h…], fece anche il giro più veloce in  2m 00.4s alla media di 87.3 km/h. Diede oltre 2 minuti al secondo classificato , Farina su Maserati.

Tale circuito impegnativo e duro, ma divertente e soprattutto con molta visbilità fece aderire alla gara, riservata alle macchine da corsa di almeno 1500, la scuderia Ferrari con 4 Alfa Romeo pilotate oltre che da Nuvolari, da Brivio, dal conte Carlo Felice Trossi – Carlo Pintacuda e dal bergamasco Franco Comotti. Si iscrisse pure la Maserati ed alcune Bugatti.

Bergamo si preparò all’evento riempiendo vie e negozi con manifesti che presentavano una macchina da corsa stilizzata sopra il profilo di Porta San Giacomo con il testo “Guizzi e rombi intorno all’acropoli silenziosa”.

Analizziamo tale circuito da sogno, a modo suo paragonabile a quello cittadino di Montecarlo, con curve da pelo, che richiedono di osare e sfruttare in larghezza la pista, e altre curve tecniche in cui serve raccordarle in sequenza per non penalizzare il rettilineo successivo.

Con punti che mettono a dura prove le gomme ed i freni [potrebbe sembrare Mosport per i dislivelli e le contropendenze], con discese e salite che richiedono assetto solido, ma anche con il rettilineo in lieve salita del tratto del Viale delle Mura in cui deve uscirne la potenza del motore per non essere superati.

UN CIRCUITO COMPLETO: per il pilota e per ogni componente meccanico![purtroppo oggi improponibile, basta guardare la foto della strettoia.]

Circuito Delle Mura Di Bergamo Alta

Circuito Delle Mura Di Bergamo Alta

Luogo : Bergamo [città alta] – Lombardia – Italia
Data di inaugurazione: 1934
Lunghezza [tracciato originario]: 2,92 km
Senso di percorrenza: orario
Altitudine: 385 m s.l.m.
Dislivello: 75 m

Mappa Circuito Delle Mura Di Bergamo

Mappa Circuito Delle Mura Di Bergamo

Descrizione del giro:
– partenza dalla Piazza della Cittadella
– strettoria della Porta del Pantano
– discesa della Boccola
– tornante secco a sinistra, seguito da curva allargante a destra che porta alla discesa della Fara
– curva a destra con cambio secco di pendenza [da discesa a salita] subito dopo la Chiesa di S. Agostino sulla sinsitra
– tratto di potenza in lieve salita [con vista della città bassa a sinistra, ma nei giorni di aria limpida si vede fino agli appennini] sul tratto propiamente detto “Viale delle Mura”
– leggera curva veloce, a destra, sempre su tratto in lieve salita
– chicane sinistra-destra-sinistra all’altezza di Porta San Giacomo, con cambi di pendenza
– altro tratto di potenza con salita che aumenta di pendenza
– curva a destra seguita da breve allungo e cambio di pendenza da salita a discesa fino alla curva secca a destra del Seminario
Traguardo

A dare risalto all’impresa del vincitore in questo caso era proprio il circuito in sé, che ne valorizzava il coraggio con tutte le sue insidie e difficoltà tipiche dei circuiti cttadini, in questo caso esaltati dalle Mura a Sbalzo [qui un punto suggestivo, ora anche ben illuminato]: da un lato il muro delle case, dall’altro il marciapiedi [per certi aspetti richiama il T-Trophy].

Bergamo Mura Venete Di Notte

Bergamo Mura Venete Di Notte

Dal 26/09/2004 sono state organizzate alcune rievocazioni che hanno utilizzato questo stesso circuito visibili a questo sito: http://www.bergamohistoricgranprix.com/

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Formula 1, meccanica, motori e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...