Data di scadenza del software

Scenario: esistenza di applicazioni [tipicamente ad uso aziendale, fruibili via intranet] con ciclo di vita lungo e travagliato, soggette a manutenzioni evolutive, correttive, adattative che ne stravolgono la versione 1.0 iniziale.

Conseguenza: le applicazioni di cui sopra vengono letteralmente stravolte durante la propria vita, con aggiunta di patch, gestione di casi eccezionali, modifiche architetturali e infrastrutturali, estensioni, aggiunte, rimozioni…

Contemporaneamente le tecnologie, i framework, i sistemi operativi utilizzati dalle applicazioni evolvono, con un proprio ciclo di vita.

Quindi: oltre una certa quantità di “disordine interno” della applicazione il rilascio di un nuova modifica richiede una enorme quantità di tempo per la corretta gestione degli impatti sul pregresso [test di non regressione].

Soluzione: Inserire nelle applicazioni, nei portali, nelle interfacce un disclaimer “Software da non usare oltre il nn/nn/nnnn [data a piacere, possibilmente concordata in fase di rilascio della versione iniziale]”. Valutare poi, caso per caso, se determinare un blocco della applicazione al raggiungimento di tale data o meno.

Probabilmente il committente della applicazione la vedrà come soluzione a mero scopo commerciale ma se bene spiegata può essere accettata.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in cattiverie, lavoro, p::nnnn, varie e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...