Scatole e pensieri

Ottavo trasloco; sesta città.

Uno in media ogni 8 anni.

Qualcuno da solo, qualcuno in 2, poi 4, poi 6, poi da solo.

Qualche scatola da preparare, pluriball per gli oggetti delicati… e si ricomincia.

Questa volta avendo potuto scegliere con calma città, zona, atmosfera e casa.

Farà effetto partire da questa città senza un mazzo di chiavi per ritornarvi a sera, o dopo qualche giorno di trasferta.

Ogni trasloco sempre più leggero, meno cose inutili, secondarie, poco usate.

Resterà l’essenziale, ed è un bene capirlo, scoprirlo, sentirlo.

Questa voce è stata pubblicata in evoluzione, libertà, Modena, p::nnnn, ricerca, Senza categoria, silenzio, tempo, varie e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Scatole e pensieri

  1. stileminimo ha detto:

    Mi riconosco abbastanza… in tutto credo siano otto anche i miei, con la differenza che un po’ di cose le ho accumulate… libri sopratutto… e io li ho fatti tutti da sola, sempre… felicemente.

    "Mi piace"

    • dv8888 ha detto:

      Otto pari! 🙂 la quantità di libri, anche nel mio caso, è mostruosa. Ma essi rientrano nelle cose che non si possono buttare. Regalare e scambiare sì.

      Piace a 1 persona

      • stileminimo ha detto:

        Raramente ho regalato… o scambiato i miei libri. Però quelle poche volte che è successo, l’ho fatto serenamente e con convinzione; i libri devono essere dati a chi sa leggerli e apprezzarli. Darli a chi sai già che non se ne farà nulla, è cosa inutile, a volte quasi sacrilega, specie se sono libri di un certo tipo. Regalare certi libri a chi non merita è come dare un Caravaggio a chi lo appenderebbe in cantina, o in soffitta; non va fatto!

        Piace a 1 persona

  2. 321Clic ha detto:

    Stesso numero ma molte meno città e concentrati negli ultimi quindici anni, con un crescendo esponenziale negli ultimi tre. Tutti da sola tranne i primi.
    Riconosco in ogni volta, come nella tua, la ricerca dell’essenziale, cercare di sfrondare e portare solo ciò che ho bisogno mi sia vicino, ma anche il lasciare intenzionalmente ciò che mi provocava dolore e ricordi di cui volevo fare a meno.

    Piace a 1 persona

    • dv8888 ha detto:

      Sai, clic, che un tuo commento me lo aspettavo su questo tema? Anche nel mio caso c’è stato un crescendo negli ultimi anni. Quello che conta è selezionare gli oggetti e le relative emozioni, tenendo, regalando o buttando. Tra un paio, o forse più, di traslochi sarò pronto a portare solo la mia anima (per poi ricominciare). Grazie. Dan

      Piace a 1 persona

  3. Sara Provasi ha detto:

    Non sono traslocatrice ma anche a me piace fare repulisti e scartare pian piano cose inutili!

    Piace a 1 persona

  4. silviacavalieri ha detto:

    Solo sette, attualmente ferma da moltissimi anni, ma va bene così!

    "Mi piace"

Rispondi a Sara Provasi Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.