Tutt’uno

Dopo alcuni mesi di pratica di meditazione sto iniziando a pensare in modo diverso.

Percepire in modo diverso.

La miglior sensazione provata fino ad ora è quella di far parte della realtà, di essere un tutt’uno con lei.

Non sono più un essere separato dal resto. Una sensazione di unità mai provata prima.

Ed è grandioso sentirsi integrati nella realtà. Nell’universo.

I miei atomi e molecole sono i suoi. C’è solo un doppio sottile velo o confine, la mia pelle e gli anni in cui vivrò, a tenere attaccati tali atomi a me. A costituirmi temporaneamente. Poi li restituirò e torneranno in circolo.

Ho “respirato” nuvole, prati e oceani. Respirerò stelle e pianeti, forse, un giorno. Sarò respirato da altri esseri.

Mi viene da cercare questi momenti, che sono un misto di estraniazione immediata dalla realtà e immersione ad un livello differente nella realtà stessa.

Mi viene da cercarli oltre che nei momenti pianificati alla mattina e alla sera anche in altre situazioni: su una panchina al sole, prima o dopo una riunione in ufficio, in auto al termine di un viaggio.

Quasi come se fosse un droga dagli effetti estremamente positivi. Per certi aspetti non mi sono mai sentito meglio di ora.

Non credevo che la meditazione avesse questa potenza, questa forza.

Non so se sto diventando una persona migliore ma sicuramente sto cambiando.

E l’evoluzione personale è vita.

È un viaggio culturale, interiore, introspettivo di cui sono solo alla prima fermata.

Mi aiuterà anche ad affrontare il momento della morte, magari allontanandomi da quel poco di Cristianesimo che seguo ma avvicinandomi ad eventuali esseri superiori.

Mi voglio godere sia il viaggio che le mete cui mi porterà.

Annunci
Pubblicato in evoluzione, p::nnnn, ricerca, silenzio | Contrassegnato , , , , | 19 commenti

AMOdena – #2

Foto #2 – Modena – Via Dei Servi, 20

AMOdena-2-1

Altro angolo che mi incanta di Via Dei Servi; un giardino nascosto da scoprire, fosse pure di soli 10 metri quadri.

Nella mia immaginazione quella finestra vuota, scura con grata robusta la vedrei anche così: da film horror dove, in una una fredda sera d’autunno, una qualche sorta di creatura urlante cerca di scardinare le barre della grata.

AMOdena-2-2-drammatizzata

Ma, illuminato da luce calda, anche quest’angolo è sereno.

AMOdena-2-4-hdr

In bianco e nero (e quasi tutte le mie foto avranno la variante in b/n) riprende il suo fascino storico, senza tempo.

AMOdena-2-3-bn

Pubblicato in libertà, Modena, p::nnnn | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | 13 commenti

Bassotto da ufficio

Visto che in ufficio siamo circa il 20% del personale, c’è silenzio e mi sentivo solo mi sono portato da casa creato un bassotto.

CaneDaUfficio1

CaneDaUfficio2

Silenzioso e fedele, qui fotografato mentre è a guardia del monitor (e delle caramelle) 🙂

Pubblicato in p::nnnn, varie | Contrassegnato , , , , | 14 commenti

AMOdena – #1

Foto #1 – Modena – Via Dei Servi, 51 incrocio Vicolo De’ Grassetti.

AMOdena-1_1

AMOdena-1_1bn

Nel silenzio delle calde sere d’estate, quando pure le biciclette si sentono arrivare da lontano, questo angolo riservato ed elegante è – almeno per me – non un semplice giardino ma “il concetto stesso di pace ed armonia urbana”.

Basta passarvi di fronte ed il tempo si ferma.

Non servono fiori sgargianti.

Pubblicato in libertà, Modena, p::nnnn | Contrassegnato , , , , , , , , , | 2 commenti

Dormiveglia

Massima di oggi (forse anche del mese…): “Di notte dormo, di giorno sogno”.

🙂

Pubblicato in p::nnnn, silenzio, varie | Contrassegnato , , , | 8 commenti

Elogio del silenzio

Non vorrei aggiungere nulla al titolo, per non rompere l’incanto.

Per fortuna i pensieri non lo rompono. 🙂

P.S. Da solo in ufficio è una tripla libidine. Fossi in un bosco sarebbe anche meglio.

Pubblicato in libertà, p::nnnn, silenzio, tempo, varie | Contrassegnato | 4 commenti

Parole frenate – causa #5

Ho trovato quella che ritengo essere l’ultima causa che mi sta bloccando; le precedenti 4 le ho esposte nei post con lo stesso titolo di questo. Questa causa è riassumibile in “mia ossessione al volere inserire tutti gli elementi che ho in mente in un unico testo”.

A cosa mi sta portando ciò? Alla costruzione di una trama ultra-complessa e dettagliata che, come già detto precedentemente, si sta rivelando un vincolo e, inoltre, ad una disomogeneità tra vari capitoli  che non risultano ben legati tra loro perché certe idee sono tra loro concettualmente troppo distanti.

Ma ora non voglio focalizzarmi sulla negatività del dover seguire una trama perdendo di vista le emozioni del testo, come già detto precedentemente. Mi devo concentrare sul fatto che – prendendole insieme – non è adatto legarle tra loro certe idee.

Continua a leggere

Pubblicato in p::nnnn, scrivere, varie | Contrassegnato , , , , | 2 commenti